Arriva a Cattolica il sistema oBike di bike sharing a flusso libero

Arriva anche a Cattolica l’innovativo servizio di biciclette pubbliche basato sul sistema del flusso libero (“free floating”) che consiste nel lasciare libero l’utente di parcheggiare la bicicletta in qualsiasi punto della città, a patto che non crei ostacolo al flusso del traffico e dei cittadini che si muovono a piedi. Il servizio viene gestito dalla società di smart bike-sharing oBike. Da oggi, le bici del servizio sono disponibili in vari punti della città, sia in centro che nelle aree di cintura, ed in particolare presso Piazza I° Maggio, Piazza Stazione, zona Porto, Piazza Mercato, Piazza Nazioni (Zona Le Vele) e Piazza Mercato. Si parte con 100 biciclette che potrebbero aumentare in base alla richiesta dell’utenza.

Il sistema di noleggio e condivisione delle bici basato sul flusso libero è veramente semplice. L’utente potrà scaricare gratuitamente l’App di “oBike” sul proprio smartphone. Per utilizzare il mezzo, l’utente potrà sbloccare l’antifurto in dotazione attraverso il QR code fornito tramite la stessa App.

Alla presentazione del servizio, avvenuta in Piazza Mercato, erano presenti tra gli altri il sindaco Mariano Gennari, l’Assessore all’Urbanistica Fausto Battistel, il consigliere comunale Marco Boresta ed il Presidente Associazione Albergatori Massimo Cavalieri che hanno avuto il piace di provare per primi le bici.

“E’ un servizio – spiega l’Assessore Battistel – che va nell’ottica di promozione del Piano urbano di mobilità sostenibile (Pums). Aggiungiamo un nuovo tassello a questo progetto, presentato alla cittadinanza a fine 2016 al Teatro Snaporaz. Cattolica, dunque, punta alla cosiddetta mobilità dolce ed ai benefici che ne derivano, dalla riduzione dell’inquinamento alla promozione dell’attività fisica quotidiana per favorire il benessere personale. Grazie alla facilità di utilizzo siamo convinti che l’abitudine di turisti e cittadini all’utilizzo delle biciclette pubbliche si possa incrementare portando vantaggio per l’intera collettività”.

“Si tratta di una opportunità in più per la nostra cittadinanza – aggiunge il Sindaco Gennari – che ci mette in rete con una tecnologia già presentente sul territorio nazionale. Tale innovazione e permetterà ai cittadini o turisti tramite una semplice App sul telefonino ci usufruire del servizio non solo a Cattolica, ma in tutta la riviera e nelle maggiori città d’Italia, come Roma o Torino”.

Cos’è oBike?

oBike è una piattaforma di bike sharing a flusso libero, che promuove una modalità di trasporto più sostenibile, salutare economica e tech-friendly. Fondata a Singapore nel gennaio 2017, oBike è stata la prima società di smart bike-sharing nel sud-est asiatico, e punta a diventare la società di prossima generazione specializzata nei trasporti del primo e ultimo miglio. In poco più di un anno, oBike è operativa in oltre 50 città localizzate in una trentina di nazioni, grazie agli investimenti fatti sui mezzi, sulla tecnologia e sugli standard operativi. La missione di oBike è quella di rendere i trasporti ecologici abbordabili, disponibili ed accessibili a tutti. Ovunque essi siano.

dopo Torino e Roma, oBike ha scelto la riviera romagnola come nuova area dove operare: ragionando per la prima volta in termini di area vasta, visto che le bici verranno posizionate in tutte le località balneari fra Ravenna e Cattolica, proprio in vista dell’estate.

Per “sbarcare” in riviera, l’azienda di Singapore si è appoggiata a due realtà locali che da anni si occupano di mobilità ciclabile:

– Centroinbici di Fulvio Tura, di Ravenna (pioniere nell’ideazione e nell’inserimento di sistemi di bike sharing in Romagna, da quasi vent’anni), che si occuperà del controllo, della manutenzione e del riposizionamento delle biciclette;

– la cooperativa Etabeta, di Cervia, che si occupa di progetti in ambito turistico e ambientale, e che negli ultimi anni ha sviluppato la tematica dell’intermodalità costiera per conto della Regione Emilia-Romagna (all’interno dei progetti europei Intermodal e 4Pillars) e per Apt Servizi, che segue gli aspetti relazionali e promozionali.

L’utilizzo del servizio costerà 50 centesimi ogni 30 minuti, ma sono previsti anche abbonamenti per 24 ore (€2,50), 3 giorni (€5,00), 30 giorni (€7,99) e 90 giorni (€14,99). Tutte le transazioni saranno possibili tramite carta di credito e PayPal.

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *