Ricette Romagnole

Questa pagina è dedicata a tutti i buongustai, estimatori della cucina romagnola. Abbiamo deciso di inserire qualche ricetta della tradizione romagnola carpendola dal ricettario segreto della mitica signora Nucci, la cuoca che da oltre 35 anni delizia gli ospiti dell’Hotel Boston con i suoi manicaretti. Le ricette sono realizzate con ingredienti freschi e genuini, non contengono nessun tipo di additivo o conservante e soprattutto sono molto gustose e saporite. E soprattutto sono gli stessi piatti che mangerete all’Hotel Boston di Cattolica!Alcune richiedono un po’ di preparazione altre sono semplici da cucinare e di sicura riuscita per i vostri ospiti!

Buon Appetito!

CAPPELLETTI IN BRODO

(Caplett en brod)

ricette romagnole: verdure al gratin

Ingredienti: 400g
di farina, 300g di formaggio Parmigiano Reggiano, 200g di polpa di maiale, 200g di prosciutto crudo San Daniele (o in alternativa di mortadella), 100g di Petto di Pollo, Brodo di gallina (o di cappone) senza aggiunta di dado, 50g di burro, 5 uova, olio d’oliva, pepe, noce moscata, scorza di limone grattuggiata, sale.

Unire in un tegame la polpa di maiale e il petto di pollo finemente tritati, dopo aver fuso una noce di burro. Aggiungere la scorza di limone grattuggiata. Cuocere per circa quindici minuti poi aggiungere il prosciutto crudo sminuzzato (o la mortadella). Lasciare sul fuoco ancora per qualche minuto, poi togliere e far raffreddare. Incorporare all’impasto ottenuto il Parmigiano e un uovo, poi mescolare sino ad ottenere una buona consistenza morbida, aggiungendo sale e un pizzico di noce moscata (non troppa!). Dopo aver fatto la sfoglia con la farina, il sale, l’olio
d’oliva e le rimanenti uova, lasciarla riposare sotto un canovaccio per circa 30 minuti. Tirare una sfoglia piuttosto sottile, e tagliarla a strisce prima orizzontali e poi
verticali, in modo da ottenere dei quadrati di 3 – 4 cm. di lato. Porre al centro del quadrato una piccola presa di ripieno e piegare la sfoglia a triangolo facendo aderire bene tutti gli orli. Dopo aver stretto tra il pollice e l’indice di entrambi le mani i due lati del triangolo ruotare con la destra i cappelletti intorno alla punta dell’indice sinistro e sovrapporre i due angoli comprimendoli finchè non restano perfettamente uniti. I cappelletti devono riposare e rassodare per almeno 24 ore, poi cuocere nel brodo di cappone per alcuni minuti (a seconda della consistenza della sfoglia). Servire con abbondante brodo e aggiungere Parmigiano a volontà.

PASSATELLI IN BRODO DI PESCE

(Pasadèn)

ricette romagnole: fagioli cotiche

Ingredienti: 100g di pangrattato, 200g di Parmigiano Reggiano, un uovo, un cucchiaio di farina,, sale, noce moscata, scorza di limone grattuggiata, cipolla, sedano, carota, un pomodoro maturo, pesce misto a scelta (Scorfano, Sarago, Pagello, testa di Coda di Rospo)

Preparare il brodo aggiungendo all’acqua cipolla, sedano, carota, un pomodoro maturo e il pesce disponibile, bollire il tutto per circa un’ora. Preparare intanto i passatelli con pangrattato e Parmigiano grattuggiato, aggiungere un cucchiaio di farina, sale, noce moscata e scorza di limone grattuggiata, impastare il tutto con un uovo. Poi premere l’impasto ottenuto attraverso i fori del ferro per i passatelli o in mancanza di questo di uno schiacciapatate (che ha però di solito i fori più larghi). Quindi tagliare le strisce ottenute in alcuni segmenti di qualche centimetro di lunghezza, quindi cuocere il tutto nel brodo di pesce opportunamente passato. Servire ben caldi.

STROZZAPRETI ALLA SALSICCIA

ricette romagnole: piadina prosciutto

Ingredienti: 500g
di farina, acqua tiepida, sale, 300g di salsiccia nostrana, ,passato di pomodoro fresco, pepe, cipolla, sedano, carota, vino bianco (Trebbiano)

Impastare la farina con l’acqua debitamente salata, tirare una sfoglia relativamente sottile, tagliare delle striscioline di 5-6 cm di lato lungo, e 1 cm scarso di lato corto, quindi prendere ogni strisciolina e arrotolarla facendola scorrere tra i palmi aperti delle mani (imitando il classico gesto di sfregamento che si fa per scaldarsi le mani). Cuocere in acqua bollente per non più di
4 minuti. Intanto a parte prepare il sugo soffriggendo in un tegame cipolla, sedano e carota opportunamente sminuzzati, una volta imbiondita la cipolla aggiungere la salsiccia e schiacciarla direttamente nel tegame con una forchetta (importante!). Aggiungere una spruzzata di vino bianco non appena la salsiccia arriva a debita cottura, lasciare decantare per qualche secondo quindi aggiungere il pomodoro, sale e pepe, tenendo il fuoco bassissimo. Fare cuocere fino a che non si sarà addensato. Servire gli strozzapreti ben caldi con il sugo versato direttamente nei piatti (non saltare gli strozzapreti con il sugo!) e una spolverata di Parmigiano.

MINESTRA DI QUADRETTINI AL GRANOTURCO

ricette romagnole: quadrettini in brodo

Ingredienti: 500gr. di farina di granoturco, 250 gr. di farina di grano tipo 0, un pizzico di sale, parmigiano, per condire: sugo di carne o fagioli al sugo.

Mescolare i due tipi di farina con l’acqua calda e un pizzico di sale fino a fare un impasto morbido e vellutato. Formare una sfoglia alta circa 3 mm, infarinarla, arrotolarla, e tagliarla a quadrettini larghi circa 1 cm. Cuocere i Quadrettini in acqua salata per 5 minuti, scolarli e condirli con sugo di carne e parmigiano. Alternativamente si possono preparare cotti in brodo con fagioli al sugo.

Questo piatto viene presentato con due varianti di condimento: il sugo di carne e il sugo di fagioli. In entrambi i casi, per la complementarietà dei suoi ingredienti, va considerato un piatto unico. E’ da consumarsi senza l’aggiunta della pietanza in quanto sia la carne che i fagioli sono alimenti proteici anche se di origini diverse.

PIADINA ROMAGNOLA

(pieda)

ricette romagnole: salsiccia

Ingredienti:
500 gr. di farina, 4 cucchiai di strutto o lardo e strutto, acqua tiepida, sale.

Disporre sul tagliere la farina a fontana, sistemare il grasso al centro, versare l’acqua, il sale ed impastare. Lavorare il tutto per alcuni minuti, fino ad ottenere un impasto morbido e dividere in pagnottelle grandi come un pugno.

Stenderle con il mattarello, ricavando delle “lune” tonde e sottili. Cuocere le piade sulla teglia ben calda avendo cura di rotearle con la punta di una forchetta e di girarle spesso. Lo strutto può essere sostituito con olio extravergine di oliva (nella dose di 10 cucchiai per 500 gr. di farina). La cottura della piada deve avvenire a temperatura sostenuta avendo cura però di non far bruciare la superficie. La piada veniva preparata in tutte le case quasi ogni giorno e costituiva un pane che accompagnava diversi piatti : fagioli, erbe di campagna, pancetta, pesce.

Da “Saperi e sapori di Romagna” a cura della provincia di Rimini Regione Emilia Romagna USL Rimini (Ed. Panozzo – Rimini)

SEPPIOLINI RIPIENI

(sipa)

ricette romagnole: pizza

Ingredienti:
Seppioline nere da 100g l’una, pangrattato, aglio, prezzemolo, capperi, acciughe sott’olio, olio extravergine d’oliva, sale.

Pulire le seppioline tagliando con le forbici la pancia e lasciando l’osso attaccato. Preparare un ripieno di pangrattato, aglio, prezzemolo, capperi tritati, acciughe tritate, sale e olio d’oliva. Farcire le seppioline con il ripieno aggiungendo all’impasto i tentacoli e le testine tritate finemente, chiudere con uno spiedino avendo cura di fissare più volte la fessura. Ungere con olio, aggiungere una spolverata di pangrattato (poco!) e prezzemolo,  quindi cuocere lentamente sulla graticola su brace non toppo viva, oppure in forno caldo a 180 gradi. Servire bollenti.

SFRAPPOLE

ricette romagnole: sardoncini marinati

Ingredienti:
300g di farina, due uova, 50g di burro, 50g di zucchero, due cucchiai di Rhum (a piacere), limone, sale, olio d’oliva.

Amalgamare farina, zucchero, uova, scorza di limone grattuggiata, burro e Rhum; lasciare riposare l’impasto per 30 minuti e poi stenderlo con due mm di spessore; tagliarlo con una rondella dentata in strisce di 15×4 cm; friggere in in olio d’oliva bollente fino alla completa doratura; lasciarle asciugare su carta gialla assorbente e servire calde cosparse di zucchero a velo.

CIAMBELLA ROMAGNOLA

(ciamblòn)

ricette romagnole: seppiolini ripieni

Ingredienti
(per 8 persone): 500g di farina setacciata, tre uova intere ed un tuorlo, 180g di zucchero fine, 100g di burro, una scorza di limone grattugiata, 1 dl di latte, 15g di cremore di tartaro, 5g di bicarbonato di sodio.

Rompere in una terrina le uova intere ed aggiungervi lo zucchero ed il burro ammorbidito. Montare gli ingredienti con la forchetta. Versare sul tagliere la farina a fontana, al centro versare quindi gli ingredienti ben amalgamati ed il latte, impastare con le mani e aggiungere la scorza di limone grattuggiata, il cremore di tartaro e il bicarbonato. Mettere l’impasto della teglia
imburrata modellandolo in forma oblunga. Pennellare la superficie della ciambella con il tuorlo d’uovo e coprirla con gli zuccherini. Mettere la teglia in forno a 180 gradi per 30 minuti. Lasciare raffreddare prima di servire.

Iscriviti alle offerte Last Minute!
Iscriviti Gratis