06 nov 2013

Indagine CNA sulla stagione turistica 2013 a Cattolica: segno meno prevale

0 Comment

cna1E’ stata presentata la relazione di un’indagine statistica condotta dalla CNA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa) sull’andamento della stagione turistica 2013 a Cattolica. I risultati non sono esattamente incoraggianti, il quadro che se ne ricava è di un generale passo indietro rispetto alle presenze delle stagioni passate, anche se il segno meno è stato mitigato da un buon andamento di agosto, che ha in parte risollevato le sorti dell’Estate 2013.

Tra le ragioni principali del calo gli operatori hanno individuato le colpe nel pessimo andamento meteorologico di giugno che ha pregiudicato l’inizio della stagione limitando di molto le presenze e scoraggiando possibili arrivi last minute. Quando il maltempo ha lasciato il posto al sole si è anche verificato una congiuntura positiva per il turismo romagnolo: la situazione d’instabilità politica e sociale in Egitto che ha indotto molti turisti a rinunciare alle proprie vacanze sul Mar Rosso e a preferire mete più nostrane, tra cui appunto anche Rimini e la costa romagnola.

Il comparto maggiormente in difficoltà è stato senza dubbio il commercio: negozi e bazar che hanno risentito più di altri settori della crisi economica e della terribile concorrenza dell’abusivismo commerciale. La sinergia delle due concause ha praticamente messo in ginocchio il giro d’affari dei negozianti di Cattolica e gli effetti sono tuttora visibili in città, è sufficiente fare una passeggiata per le vie del centro cittadino per osservare quanto negozi sono sfitti o con il cartello “Svendita totale per chiusura attività”.

La lotta all’abusivismo rimane per i cattolichini uno dei nodi centrali per la salvezza dell’economia locale e gli esercenti giudicano insufficienti gli sforzi dell’amministrazione di Cattolica per debellare il fenomeno. Se infatti a spiaggia si è raggiunto un controllo più capillare (tuttavia ancora insufficiente) per le strade del centro, durante il periodo serale, il fenomeno ha assunto proporzioni talmente vaste e radicate da risultare ormai impossibile da sradicare se non con interventi eccezionali che comportano un controllo più capillare da parte delle forze dell’ordine e al contempo una collaborazione anche da parte dei turisti a cui viene chiesto di non incentivare l’abusivismo acquistando beni da chi non ha i permessi per vendere tali beni.

Sul fronte ricettivo gli albergatori hanno confermato la leggera flessione rispetto alla scorsa stagione lamentando l’emorragia di turisti stranieri che continua e pare ormai inarrestabile. Bene invece sul fronte degli italiani anche se limitatamente ai periodi di luglio e agosto, per una stagioen sempre più breve e sempre più limitata temporalmente dalla chiusura e dall’apertura delle scuole.

Positiva infine è giudicata da tutti gli operatori la ripresa della stagione concertistica dell’Arena della Regina che ha ridato nuovo slancio e vitalità al turismo estivo.

In conclusione una stagione da archiviare in fretta, senza grandi botti, ma sostanzialmente in tenuta rispetto alle tremende aspettative di inizio stagione. E’ già quasi una vittoria, tuttavia non bisogna adagiarsi ma al contrario puntare su una promozione del territorio sempre più forte e presente, unito a una politica di investimenti di pubblico e privato sulle infrastrutture che la città offre ai propri visitatori.

[top]

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Iscriviti alle Offerte Segrete!
Invia